sabato 25 gennaio 2014

Annabelle # Vado a fare due passi.


"A volte devi indietreggiare di uno o due passi, riconsiderare, staccare per un mese. Non fare niente. Non volere niente. La pace è fondamentale, il ritmo è fondamentale. Qualsiasi cosa tu voglia, non l'avrai provandoci con troppa insistenza".

Ho salutato un amico ieri. Che se ne va. E ha ragione. Bisogna andarsene, per le cose che contano, indietreggiare, fare silenzio, trovare il ritmo. 
Senza paura di dire ciao, chiama se hai bisogno, prima o poi torno.
Andarsene.
Per le cose importanti.

5 commenti:

  1. Me ne sono andato tante volte per "le cose importanti". Ma l'importanza si rivela solo dopo. E non tutte lo erano. Ma lo rifarei ugualmente, quello si. Il dna è quello. L'esperienza una balla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' così. L'esperienza è quello che ci piace raccontare e che vale il tempo di un bicchiere. Il bello e il terribile è che siamo sempre nuovi di fronte alle "cose importanti". Non sai dove ti porterà la strada, ma sai che fermo non puoi stare. giovanotto, noi (pure tu - e che bello -) facciamo dadaismo metropolitano, che ci vuoi fare, questione di dna ;)

      Elimina
  2. Come va il monopoli del trasloco? Io ne ho fatti cosi tanti che in soppalco tengo ancora scatoloni sigillati. Un giorno li aprirò e sarà come ricevere di nuovo un regalo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. arriverà la morte e si chiamerà trasloco ;)

      Elimina
    2. ahah.. allora sono uno zombie in piena regola... ;)

      Elimina

Cosa bevi ? Ma. Soprattutto. Bevi ?